Surf for Adaptive People, la sfida di Fabio Secci


Fabio Secci ha 34 anni, sardo nato a Villacidro, vive e lavora a Londra. La sua vita è sempre stata una continua sfida: fin da quando a nove mesi ha iniziato a camminare con una staffa (una sorta di tutore formato da due stecche di legno), sostituita poi da una protesi. I 17 cm in meno alla gamba sinistra non gli hanno impedito di godere delle energie del mare e della natura nella sua Sardegna.
Fabio è  sardo e dei sardi conserva l'orgoglio, la forza e la determinazione nell'affrontare le avversità, nel trasformarle in opportunità, gioiose opportunità. Lo sport e’ sempre stato parte della sua Adaptive life e la protesi non ha mai rappresentato un limite, semmai un mezzo per affrontare le sfide; gli ha permesso di scoprire le sue capacità e le sue potenzialità. Ha imparato con l'esperienza che “il vero limite sta nella testa”; non importa come si affrontano le sfide, l'importante è affrontarle. Fabio questo approccio lo applica anche nello sport e nelle diverse discipline praticate: dal basket alla corsa, fino allo skate e al S.U.P. (Stand Up Paddle).
La sua ultima passione, per la quale e’ stato amore a prima vista, è il surf. Il surf gli regala un mix di forti emozioni. Mare e onde regalano energia, luci e colori sempre diversi, emozioni uniche, irripetibili e sempre presenti ogni volta che si sale sulla tavola. Amare l’oceano significa anche condivisione, non solo con amici ma anche con chi  non conosci ancora. Significa essere pronti ad aiutarsi, con spontaneità ed immediatezza: il surf non è solo uno sport, il surf è uno stile di vita. Uno stile di vita che abbracci con passione, colmo di nuove sfide da cui trarre insegnamento, che ti plasma e ti rende più forte.
Ora la grande sfida di Fabio è partecipare ai Campionati Mondiali di surfing per adaptive people in California, dove rappresenterà l’Italia. Con lui ci saranno Fabrizio Passetti e Massimiliano Mattei, un team di giovani sportivi dall'entusiasmo contagioso. Dopo i mondiali il team sogna le Olimpiadi e un futuro migliore per lo sport, perchè sport è vita. Tra i prossimi obiettivi, Fabio ha un progetto legato a wakeboarding and surfing for adaptive people in UK dal nome “you are your unique limit”  - ovvero tu sei il tuo unico limite" - e spera che, con l’aiuto di tante altre persone, questo progetto arrivi presto anche nella sua terra: la Sardegna.

Un in bocca al lupo a Fabio e al Team Italia.

Altre Informazioni su:
www.instagram.com/seccifabio/
Vedi anche:
Fabio va veloce sull'onda irridata (www.lanuovasardegna.gelocal.it)

A cura di Valeria Faa

Foto gentilmente concesse da Fabio Secci

Commenti